logo provincial geographic
sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia
scritta sport e tempo libero
meteo
eventi
itinerari
arte e cultura
accoglienza
ecologia

Oro-idrografia del territorio di Bardi

Pizzo d'OcaPizzo d'OcaIl Comune di Bardi, con i suoi 18947 Kmq, occupa la parte medio-alta della valle attraversata dal Ceno, con a destra i bacini idrografici del torrente Noveglia, estremamente ramificato, e della Toncina; a sinistra scorrono i vari Corsenna, Dorbora, Porcellana, e infine il torrente Lecca, assai ricco di acqua. Tutti sono a carattere torrentizio, con pendenza notevole e circoscritti bacini di drenaggio, con tracciati condizionati dal tipo di roccia e dall’assetto strutturale ivi presente, con caratteristici depositi grossolani a forma di ventaglio (conoidi). Da segnalare il tratto di Ceno in località Vischeto; qui il torrente passando per diverse centinaia di metri tra due enormi massi di roccia ofiolitica presenta un aspetto cupo e un colore scurissimo. Inoltre, tutta l’area é punteggiata da numerose sorgenti, localizzate in corrispondenza del contatto fra rocce permeabili e litologie argillose, oppure in zone con un grado elevato di dissesto. Sono presenti anche alcune sorgenti salate e solforose a Gravago e a Castagneto di Credarola. Le forme del paesaggio sono da ricondurre soprattutto all’azione dilavante ed erosiva delle acque e ai processi gravitativi di versante, che determinano “l’emersione” delle litologie più resistenti (arenarie, calcari, ofioliti, ecc.) rispetto a quelle più erodibili (argille, marne, ecc.). Nel caso delle argille, poi, il dilavamento superficiale può portare ad un decorticamento del suolo e quindi a una progressiva scomparsa della copertura vegetale, con conseguente formazione di vaste aree denudate che nel corso degli anni assumono la tipica morfologia a calanchi.
Bardi è circondata, in senso orario, da: M. Dosso, gruppo del Pizzo d’Oca-Barigazzo-Tagliata-S. Donna, crinale dello Scarria, tra il torrente Noveglia e il torrente Toncina, M.Pelpi, crinale del M. Bello, tra il Ceno e il torrente Lecca, gruppo del M. Ragola-Camulara, gruppo del M. Madonna con la Roccia delle Cinque Dita, gruppo del M. Lama con il Groppo di Gora e Crodolo, infine, M. Carameto, tra il passo del Pelizzone ed il Ceno.


Logo Comunità Montana delle Valli del Taro e del CenoDocumento pubblicato
grazie alla concessione
e alla collaborazione della
Comunità Montana
delle Valli del Taro e del Ceno
Illustrazione di Paolo Sacchi
www.sakai.dk

Logo Comunità Montana delle Valli del Taro e del Ceno

Oro-idrografia del territorio di Calestano (Val Baganza)

in Arte e Cultura - Calestano
La valle del torrente Baganza è parallela alla valle del torrente Parma fino alla confluenza dei due torrenti nella città di Parma; le due valli sono separate a Sud-Est dallo spartiacque che comprende i monti Borgognone (m 1401), Polo (m 1419), Cervellino (m… Leggi tutto
Pizzo d'Oca

Oro-idrografia del territorio di Bardi

in Arte e Cultura - Bardi
Pizzo d'OcaIl Comune di Bardi, con i suoi 18947 Kmq, occupa la parte medio-alta della valle attraversata dal Ceno, con a destra i bacini idrografici del torrente Noveglia, estremamente ramificato, e della Toncina; a sinistra scorrono i vari Corsenna, Dorbora,… Leggi tutto
resti-ponte-fornovo

Breve viaggio nella storia

in Arte e Cultura - Fornovo
Resti dell'antico ponte Del territorio del Comune di Fornovo esistono molte tracce che ne confermano il popolamento e l’importanza già a partire dalla preistoria. L’epoca romana non solo vede sorgere il capoluogo, ma conferma l’importanza di questo… Leggi tutto
MuseoRoccaSanvitale

Museo Rocca Sanvitale

in Sistema Museale Parmense
Museo Rocca Sanvitale - Fontanellato Luogo: piazza Matteotti, 1 - Fontanellato (PR). Orario di apertura: da aprile ad ottobre tutti i giorni, feriale 9,30 - 11,30 e15,00 - 18,00; festivo 9,30 - 12,00 e 14,30 - 18,00. Negli altri mesi, feriale 9,30 -11,30 e… Leggi tutto
bosco castagno ceduo

Il castagno nel territorio di Albareto

in Arte e Cultura - Albareto
bosco castagno ceduoUn tempo, fino a mille anni fa, il castagno non costituiva boschi. Era una pianta accompagnatrice frammista al faggio a quote alte e a l rovere alle quote più basse, su un terreno molto acido. L'importanza alimentare che questa pianta… Leggi tutto

Eventi

Link eventi Provincia di Parma

in Eventi
State cercando un'idea per trascorrere una serata o un fine settimana nel parmense?Mostre itineranti, concerti, sagre, fiere, manifestazioni... potrete cercare questo e tanto altro sfruttando un elenco, diviso per comuni, di link a “calendari eventi” presenti… Leggi tutto

youtube-provincial

La B15 - 2012

logo-b15

PROVINCIAL FINDER

Musei della Provincia

SistemaMuseale2

Musei di Parma (città)

banner-musei-parma-city